Spandisale elettrico - One Electra - Giletta Spa

Azienda Produttrice:

Giletta Spa

0175 258800

Vai all'Azienda

Richiedi informazioni

Tipo:

Con One Electra, Giletta innova lo spandisale: elettrico, affidabile e testato. Per i professionisti della viabilità invernale

Ecco una novità assoluta: il primo spargitore elettrico professionale One Electra.

I professionisti della viabilità invernale che operano in ambito urbano possono percepire subito i notevoli vantaggi che possono ottenere con l’utilizzo di attrezzature come questa. Tra i benefici più tangibili si possono annoverare sicuramente un incremento sostanziale dell’efficienza del sistema nel suo complesso oltre ad un ridotto impatto ambientale sia in termini ecologici che acustici.

Spandisale

La One Electra si basa su uno spargitore classico Giletta che sostituisce al tradizionale impianto idraulico o motore termico, la moderna tecnologia dei motori elettrici DC Brushless ad alto rendimento. L’azionamento è quindi eseguito direttamente dai motori elettrici sulle parti in movimento, evitando un inutile spreco di energia prelevandola dalle apposite batterie, nel momento e nella quantità necessaria all’uso che viene fatto dell’attrezzatura in quel preciso momento.

La potenza elettrica necessaria è assicurata da un pacco di batterie dedicato, composto da normali batterie disponibili in commercio, alloggiate in uno specifico vano, posto nella parte anteriore dello spargitore. La macchina è progettata per lavorare e garantire un’autonomia di un turno lavorativo completo, e si ricarica in circa 8-10 ore a seconda dello stato di carica. E’ previsto in ogni caso un sistema di scambio rapido per sostituire agevolmente il pacco di batterie in poco tempo e quindi poter far lavorare la stessa macchina su più turni.
Sono al vaglio soluzioni di ricarica in movimento che permetteranno un uso “non-stop”.

 Spargisale Giletta

Non avendo nessun collegamento con l’autotelaio, la One Electra diventa a tutti gli effetti un’attrezzatura “plug and play” e può quindi essere messa su qualunque mezzo; in più se la si abbina al comando elettronico, l’allestimento risulta più che agevole.

I modelli proposti attualmente sono con il trasportatore a catena con capacità da 2 a 6 m3, quindi per veicoli da 5,5 a 18 tonnellate, il che sottolinea ancora una volta il maggior interesse per un loro utilizzo in ambito urbano, dove le caratteristiche di emissione sia inquinanti che sonore vengono particolarmente apprezzate.

Raccontata così, sembra una macchina semplice da sviluppare, ma per proporre un prodotto professionale estremamente performante che permetta una distribuzione del materiale accurata e perfettamente regolabile, Giletta ha sviluppato il progetto con la collaborazione di due università.

L’università di Bologna ha sviluppato il sistema intelligente - quindi il cervello della macchina stessa, per la gestione dei motori - che offre un’accuratezza estremamente elevata nella regolazione dei motori e della potenza di assorbimento, consentendo una regolazione di spaglio veramente precisissima. La gestione delle batterie per il lavoro di assorbimento e di ricarica ha invece visto la collaborazione del Politecnico di Torino. Il progetto è partito già da quattro anni e vede attrezzature in prova sul campo, presso clienti Giletta, già da due anni: si tratta quindi di una macchina estremamente studiata e testata, in grado di offrire affidabilità e garanzia.

Come per tutte le sue macchine, Giletta ha scelto componenti delle migliori marche presenti sul mercato per garantire prestazioni e durata di almeno 7-10 anni in buone condizioni di manutenzione; inoltre i motori elettrici DC Brushless risultano affidabili anche in ambiente salino visto che sono usati da anni in impieghi gravosi in questi ambienti, oltre ad offrire una regolazione più fine rispetto all’idraulica, che è invece influenzata dalla temperatura dell’olio che varia nelle diverse fasi di lavoro.

La manutenzione della One Electra è estremamente semplificata e ridotta al minimo, vista l’assenza dell’impianto idraulico e dell’eventuale motore termico
: si ha quindi una forte riduzione dei costi di manutenzione oltre al risparmio ambientale per l’assenza di quantitativi importanti di olio e filtri da smaltire. L’affidabilità di queste macchine risulta quindi maggiore e con manutenzioni ridotte, e l’eventuale sostituzione di un motore elettrico e delle batterie è particolarmente semplice e veloce.

One Electra diventa il primo spargitore professionale elettrico

Con questa proposta Giletta ha dato una scossa al mercato che prima vedeva l’elettrico solo per spargitori di piccole dimensioni legati all’allestimento di mezzi con portate ridotte ed interventi che richiedevano ampiezze, performance e precisione di spandimento limitate.

La percezione per le soluzioni elettriche è forte: la One Electra ha naturalmente riscontrato il maggior interesse da parte delle aziende costruttrici di camion, che stanno lanciando sul mercato camion ibridi; è pertanto lecito ipotizzare campagne promozionali combinate. Questa soluzione ben si sposa con la strategia dell’Unione Europea che si prefigge tre diversi principali obiettivi: la riduzione dell’entità dei consumi globali di fonti energetiche, la riduzione delle emissioni di gas capaci di alterare il clima ed infine l’aumento della presenza di fonti rinnovabili nel totale delle fonti
utilizzate.

L’Unione Europea pone fra i suoi principali obiettivi in linea con le indicazioni contenute all’interno della strategia Europa 2020 quello della mobilità sostenibile. Partendo da questi presupposti è stata recentemente avviata un’ampia riflessione sull’intero sistema dei trasporti europei che adotta un’ottica prettamente green. La strategia Trasporti 2050 si delinea come un’articolata roadmap volta a costruire un settore europeo dei trasporti competitivo ed a porre obiettivi ambiziosi proprio in tema di sostenibilità. Entro il 2050, il piano europeo prevede ad esempio in primo luogo di ridurre del 60% le emissioni di CO2 derivanti dai combustibili fossili impiegati nei trasporti.

Altra indicazione rivoluzionaria è data, sempre entro la metà del secolo, dalla circolazione nei centri urbani europei dei soli mezzi ecologici. Ciò implica un deciso ripensamento rispetto alle tradizionali modalità di spostamento. In questo contesto, l’obiettivo di promuovere la diffusione di soluzioni elettriche, quale modello di mobilità sostenibile più innovativo ed energeticamente efficiente, acquista così un senso ancora più compiuto.

Contatta Azienda