The Innovation Alliance: la nuova formula fieristica

Data: 6 giugno 2018 | Settore: Packaging
The Innovation Alliance: la nuova formula fieristica

IPACK-IMA all’interno di THE INNOVATION ALLIANCE raggiunge 150.110 visitatori

La nuova formula fieristica lanciata per la prima volta quest’anno, dal 29 Maggio al 1 Giugno 2018, è stata premiata dalle numerose presenze che hanno raggiunto il quartiere fieristico di Milano RHO.

Si è da poco conclusa la kermesse milanese che si è rivolta al mondo del packaging e del processing, abbracciando tutte le sfere di business collegate a questo importante comparto mondiale. IPACK-IMA ha assunto un ruolo ancora più importante all’interno della manifestazione, contando, insieme alla compagna MEAT-TECH 1.503 aziende, distribuite su 9 padiglioni e coprendo un’area espositiva di circa 62.300 mq. Il 37% delle aziende in esposizione è arrivata dall’estero.

IPACK-IMA quest’anno ha fatto parte di un nuovo concetto fieristico, THE INNOVATION ALLIANCE, che ha accorpato 5 grandi fiere che raccontano un intero settore sempre in crescita e in continuo movimento. A fianco di IPACK-IMA e di MEAT-TEACH Milano ha messo al centro le novità in fatto di servizi di stampa industriali e commerciali con Print4All, tutte le soluzioni più performanti in fatto di logistica e movimenti industriali con INTRALOGISTICA ITALIA e infine si sono esplorate le opportunità tecnologiche per la produzione e gli utilizzi della plastica e della gomma con PLAST. Sotto i riflettori i macchinari, gli accessori, i software, la robotica, la meccanica strumentale, l’etichettatura, il confezionamento, la produzione e le innovative proposte tecnologiche che promuovono l’ecologia e la sostenibilità.

Interessante è stata l’affluenza estera di visitatori di tutta la fiera, che ha raggiunto un 27% rispetto al totale delle 150.110 visite complessive. La maggior parte dei visitatori risulta di provenienza europea e asiatica. THE INNOVATION ALLIANCE ha raccolto l’interesse di 1.000 top buyer provenienti da 66 Paesi, invitati grazie al lavoro di incoming svolto da ICE Agenzia. La visita di influenti compratori esteri si è rivelata anche un ottimo momento per fare acquisti di macchinari direttamente durante i giorni di fiera.

7 sono stati invece i vincitori dell’Oscar dell’Imballaggio, alla sua 61esima edizione organizzata dall’Istituto Italiano Imballaggio in collaborazione con IPACK-IMA2018, che ha premiato tecnologie rivolte principalmente alla funzionalità, all’originalità e alla sostenibilità e rigorosamente eco-friendly. Le categorie in ballo sono state 4, ossia:

- Innovazione Tecnica e Tecnologia: tra i 3 premiati c’è CHIMAR S.p.A. con SPYLOG, l’imballaggio che diventa “SMART”. Si tratta di un sistema ad alto contenuto tecnologico per una logistica dalle caratteristiche smart, che con un solo componente, perfetto per ogni imballaggio, si può ottenere il monitoraggio intelligente e tempestivo della confezione.  

- Quality Design per la quale si è aggiudicata il premio il Gruppo FERRERO con NUTELLA UNICA, ossia il packaging nato da un algoritmo. Il prodotto ha vinto perché unisce innovazione della tecnologia di stampa a un progetto di marketing e di comunicazione tutto incentrato sull’unicità del packaging.

- Over All che ha premiato ADERCARTA S.p.A. per PURA NATURA, la carta trasparente. Il prodotto ha vinto perché ha re-interpretato un materiale vintage come la carta, offrendo al consumatore un’alternativa al sacchetto biodegradabile per l’ortofrutta in GDO, che coniuga economicità, rispetto ambientale, immagine e funzionalità.

- Ambiente che ha premiato BTICINO S.p.A. per WRAPEASY Universal Packaging. Ha vinto poiché il sistema proposto unisce risparmio della materia prima e ottimizzazione di logistica, con un design ricercato ed eco-friendly.

L’intera manifestazione ha sicuramente fatto emergere la qualità del Made in Italy a sostegno e in favore di un mercato che esporta di media il 70% delle macchine prodotte.


Alberta Barbagli

VISUALIZZA LA SCHEDA DELL'EVENTO

Condividi su:

Altre news dal settore Packaging: