Lineapelle 2018 si riconferma un punto di riferimento internazionale

Data: 26 febbraio 2018 | Settore: Industria
Lineapelle 2018 si riconferma un punto di riferimento internazionale

Lineapelle si riconferma punto di riferimento internazionale e chiude l’edizione di Febbraio con visitatori provenienti da 109 Paesi

È stato un appuntamento ricco di spunti, di conferme, di innovazioni per definire le strategie di business della prossima stagione moda. Lineapelle conferma la posizione rilevante come punto di riferimento internazionale sul panorama fashion. La fiera è ai vertici mondiali per delineare le tendenze moda di creativi, industrie e artigiani facendo leva sulle pelli, gli accessori, i componenti e le formule esclusive dedicate al mercato del lusso, dell’arredamento e dell’automotive. 

L’evento registra oltre 20.000 visitatori con provenienze da 109 Paesi: forse l’attesa era per un numero più alto ma tra gli stand e le associazioni si raccolgono consensi sull’esito positivo delle trattative e dei lavori durante la tre giorni di fiera.

Lineapelle 94 è andata in scena dal 20 al 22 Febbraio presso Fieramilano Rho con 1.254 aziende espositrici, tra le quali, come sempre, spiccano le concerie toscane. Su 557 realtà conciarie quelle toscane sono 187. L’esperienza della fiera, in questo contesto, diventa sempre più selettiva, ogni azienda sceglie con cura i propri clienti e i propri fornitori con l’obiettivo di mantenere alto il livello di riservatezza per chi personalizza campionari e il grado di qualità dei rapporti e dei prodotti realizzati e proposti.

L’Area Trend, cuore pulsante dell’evento, ha messo in mostra l’attenzione stilistica verso il naturale, verso la sostenibilità e la tecnologia. Si punta a nuove nuance di colore dove predominano il bianco, l’oro, il color carne e le tonalità pastello. Si cerca l’opaco al posto del cangiante aggressivo e di forte impatto. Si cercano soluzioni elaborate, dove la pelle crea nuovi disegni, sfumature e rilievi, sempre più visibili e soffici al tatto. I produttori operano per la ricerca di lavorazioni sempre più sofisticate dal punto di vista tecnologico, capaci di ottenere prodotti finiti di massima qualità con minore impiego di sostanze nocive. Visitatori Lineapelle provenienti da 109 paesi

In questa nuova ottica che punta alla sostenibilità arriva la presentazione del primo materiale “bioleather” al mondo. Nella giornata di Martedì 20 Febbraio 2018 la Modern Meadaw, azienda che unisce il design, la biologia e l’ingegneria per ottenere materiali tecnologicamente avanzati, ha proposto Zoa™: un progetto che utilizza materiali derivati dal collagene, senza l’uso di animali. Queste risorse innovative sono combinabili con altri materiali naturali o artificiali e possono offrire nuove proprietà estetiche e prestazionali. Le risorse per creare la moda vivono così un momento di cambiamento e di innovazione senza precedenti, dove la natura ottiene maggiore rispetto e la tecnologia prende il sopravvento per dare vita a forme nuove. L’evento è stato proposto in forma gratuita, rivolto a tutte le tipologie di visitatori della fiera, a sottolineare l’importanza culturale di questo cambio epocale in corso.

Le concerie sono al centro dell’attenzione di Lineapelle e durante questa edizione si è cercato di fare chiarezza su temi caldi. La Conferenza “Concia e prodotti chimici” ha voluto fare luce sulle informazioni reali che caratterizzano i processi chimici di lavorazione della pelle, analizzando anche casi concreti e ricerche appena elaborate, per dare indicazioni sempre più precise agli addetti ai lavori in merito a sicurezza, rischi, opportunità.

In questi tre giorni di fiera si sono gettate le basi delle prossime collezioni moda per la Primavera Estate 2019, si sono altresì messe le fondamenta per le innovazioni industriali di questo comparto che muove il mercato fashion, seppure con rallentamenti, sempre in evoluzione.


Alberta Barbagli

VISUALIZZA LA SCHEDA DELL'EVENTO
Condividi su:

Altre news dal settore Industria: